preloder

Diario

 

Un milione o poco più

Il tuo errore più grande è quello di credere di avere solo due occhi, entrambi del colore dell’autunno, caldi e rassicuranti come i primi ceppi scoppiettanti, come le foglie che rincorro per sentirle crocchiare sotto i piedi, come le caldarroste fumanti che mi compri...

leggi tutto

Ci vediamo sull’altare

  Nove mesi fa ho fotografato nella mia mente il momento esatto che segue il risveglio, il mio letto di bambina, le nostre foto appese al muro, mia sorella nel letto di fronte. Di sottofondo mia madre in cucina che faceva colazione, il rumore di un cucchiaino...

leggi tutto

La mia dolce meraviglia

Questo non è il mondo che vorrei regalarti, non è il posto giusto per un angelo come te. Penso che vorrei tenerti sempre all'ombra del mio ventre, lì saresti al sicuro. Che ne dici? Saremmo tu ed io, per sempre insieme. E invece no, so che questo nodo prima o poi si...

leggi tutto

Rido di rabbia

Quando ero piccola la maestra diceva “Ricordare gli orrori del passato serve a non commetterli più”. Per un po’ ci ho creduto. Ci ho creduto davvero. Poi ho aperto gli occhi. Le pagine di giornale di tanti anni fa sono state scritte con un inchiostro indelebile, che...

leggi tutto

Più che un bivio è un chitabbivio

Allora è così che funziona? Lasciami spiegare. Tu hai un sogno…ma non si realizza. E allora te ne crei uno nuovo…ma non si realizza neanche quello. Tu però non demordi e te ne crei un altro ancora…ma quello, presuntuoso e millantatore, ti dice che è troppo per te....

leggi tutto

Non chiamarlo amore

No, non chiamarlo amore. Chiamalo con quello che pensi che sia. Malattia, perversione, blasfemia? No, hai ragione, non chiamarlo amore. Questa è solo una stupida storia di sesso. Non lo vedi? Non ci sono occhi innamorati, non c’è alcuna emozione in quelle mani che si...

leggi tutto

Deliri inconsolabili di una giovane depressa

O non più tanto giovane, dovrei dire. Ma quand’è che si diventa vecchi? Quando si smette di sognare o quando si smette di sentirsi utili? Perché io, questa cosa qui, non l’ho mica capita. Mia nonna direbbe che si diventa vecchi quando hai più cose da raccontare che...

leggi tutto

Solo amore

Alle volte mi chiedo cosa sia successo alle persone per essere diventate così aride di sentimenti. Tendere la mano è diventato un atto speciale di persone speciali, quando dovrebbe essere la quotidianità di persone comuni. Voi dite “Ne abbiamo passate tante, ne...

leggi tutto

Sentieri di pioggia

Esistono posti dove l’erba odora ancora di erba, dove la terra bagnata non sa di ruggine e le foglie fanno l’amore con un alito di vento. Esistono luoghi fatti per la pioggia, per le strade al crepuscolo e i lampioni riflessi nelle pozzanghere. Esistono ancora,...

leggi tutto

Gli occhi di un angelo

Alle volte mentre cammini distratto col naso all’insù, o sei semplicemente fermo a fissare lo sguardo verso un punto lontano, sotto i tuoi occhi accadono piccole magie a cui non serve dare un nome. E tu, inconsapevolmente, ne sei testimone… Quest’uomo coi capelli...

leggi tutto

I sogni sono come le rose

Credo che i sogni siano un po’ come le rose: ti ammaliano, ti stregano, ti attirano con strani incantesimi. Quel profumo ti richiama tra le loro spire, ti seducono come l’idea di tenere tra le mani qualcosa che pulsa di vita propria, alimentato da linfa che arriva da...

leggi tutto

Povera ricca

  “Che schifo i poveri” Ecco come comincia il post di una che di soldi ne ha, e ne ha pure tanti, che posta foto con in mano banconote viola, che ogni giorno ha una borsa firmata, un gioiello, un orologio e poi la casa col parquet, la barca ed il mondo ai suoi...

leggi tutto

” Ogni persona ha una storia, ogni storia una data. La mia ha sempre la stessa, ricorrente nei secoli…

Seguimi su Instagram


@paroladilettrice

Scrivimi…

Per contatti, collaborazioni, advertising,
manda una mail a
scrivi@paroladilettrice.it
oppure compila il form qui sotto,
ti risponderò in breve tempo 🙂

Trattamento dati personali

13 + 11 =