preloder

Il freddo di una doccia calda

Avete presente quando entrate nella doccia per togliervi di dosso tutte le fatiche di un’intera giornata? L’esatto momento in cui i vostri piedi toccano il piano freddo e voi iniziate a pregustare la sensazione dell’acqua tiepida su di voi. Riuscite a visualizzarlo? Non avete ancora aperto l’acqua e già ve la immaginate mentre, calda, manderà in pezzi tutte le tensioni cementate dentro di voi.
Sorridete d’istinto a quella manopola rossa mentre allungate la mano verso di lei e…

…girate.

Ma l’acqua non è come ve l’aspettavate. Il fiotto è improvviso, preciso, dritto su di voi. Vi colpisce dall’alto, senza darvi il tempo di proteggervi. In meno di un attimo siete fradici e congelati.
Istintivamente chiudete l’acqua, per riprendere il fiato che vi si è fermato in petto e per dare un ordine ai pensieri sparsi nella vostra mente.
Riaprite piano, questa volta vi scostate di lato per non farvi cogliere impreparati.

Fredda anche questa volta.

Aspettate, la speranza è che con un po’ di pazienza tutto passi. Ogni tanto allungate il braccio per vedere se il freddo se n’è andato.
Ma niente.
Quindi decidete. Non è facile, ma lo fate. Prendete un respiro profondo e vi mettete sotto il getto. Lasciate che la vostra pelle ed i vostri sensi si abituino all’acqua sempre più gelida. Accettate senza fare storie, perché non ha senso tirarvi indietro.
Ed ecco che, nonostante i brividi, finalmente torna il sereno.

La vita ci riserva tante docce fredde, quando meno ce lo aspettiamo. Alle volte durano giusto il tempo di un sussulto. Altre volte, invece, l’acqua calda non torna più.

A quel punto sta a noi scegliere: chiudere per sempre la manopola, oppure adattarci alla nuova e inaspettata temperatura. Ma con la splendida, inebriante, consapevolezza di essere VIVI.

Potrebbero interessarti

Sailor Moon

Questa foto è una parte di riscatto. Il riscatto di una bambina di undici anni che durante la ricreazione se ne stava seduta con la sua compagna di banco a disegnare. Sailor Moon scrisse sotto a quel disegno. E Sailor Moon fu l’inizio di una lunga storia. Adesso hanno...

leggi tutto

Nevica

Nevica Ed io torno bambina. A quando fuori faceva freddo e volevi restare a letto ancora un altro po’ e poi ti ricordavi che era la mattina di Natale. Torno indietro nel tempo a quando il passatempo preferito era il gioco di società scartato la sera prima, a quando il...

leggi tutto

PICCOLI DENTINI CRESCONO (era ora!)

Su, piccolino, vieni su, forza! Dai che ce la fai! Oh, ma sei bravo…così, su! Eh, c’è da bucare, lo so, ma ce la puoi fare… vai, vai così!… Ancora un pochino… …ancora un altro pochino…e poi arriv…ECCOTI!!! Premesso che a dieci mesi suonati, ero convinta che mia figlia...

leggi tutto