preloder

L’ALLIEVA di Alessia Gazzola

Tra un cambio pannolino e l’altro, una playlist su spotify collegata tutto il giorno su L’anisello Nunù e Il cuoco pasticcione, tra spesa, bagnetto, pappe e quant’altro, finalmente trovo il tempo di scrivere due righe su questo libro che mi ha tenuta letteralmente incollata alle pagine notte dopo notte. Mi aveva già conquistato alle prime pagine per la scrittura frizzante e leggera dell’autrice Alessia Gazzola, ma andando avanti è diventato una vera ossessione! Avendo solo poche ore a disposizione per leggere (ne approfitto dopo che la gnometta birichina si addormenta la sera) è stata una vera tortura aspettare un’intera giornata per riaprire questo libro!
Ma adesso veniamo a quest’ultimo che, se non l’aveste ancora capito, si chiama:


L’ALLIEVA

di Alessia Gazzola
Editore: TEA

Cominciamo con la protagonista, Alice Allevi, perché nulla accadrebbe se lei non fosse esattamente così com’è.
Alice è una giovane specializzanda in medicina legale, dalle enormi doti nascoste (apparentemente MOLTO nascoste). Macchiettina, goffa, impacciata e un po’ sfigata, l’eroina di questo giallo è una vera e propria calamita per i guai.
Non è ben vista dai suoi superiori dell’Istituto che non la reputano tagliata per quel mestiere, tant’è che rischia di perdere l’anno. L’ipotesi di una bocciatura mette la nostra Alice in crisi, ma in qualche modo non demorde, così ci prova qualche volta a fare le cose per bene, ma la sfiga (accompagnata da una grande dose di sbadataggine) la perseguita ovunque…come quella volta che s’è persa un cadavere neanche fosse stato un calzino in lavatrice!
A questa situazione lavorativa piuttosto logorante, si aggiunge anche un cast di colleghi e superiori che Grey’s Anatomy fatti da parte! Non può mancare il Boss, ribattezzato come “Supremo“, una leggenda della medicina legale; il bello-brillante-ma-stronzo Claudio, con cui battibecca di continuo, che cammina sempre con l’aria da “ce l’ho solo io” (il talento, ovviamente), e che col suo fascino magnetico le stende proprio tutte; la Miss Perfettina Ambra, anche detta Ape Regina per come le ronzano sempre tutti intorno…ma che c’avrà poi mai questa?
Menomale che a casa almeno trova un’amica fidata…un po’ stramba in realtà, che vive di Manga, Tv e lezioni d’Italiano. La sua coinquilina giapponese Yukino è un toccasana per i nervi (tranne quando non capisce quello che dici e devi ripetere lentamente scegliendo parole semplici). Poi c’è l’amica cazzuta, che fa l’avvocato e non ha peli sulla lingua né soldi in tasca.
Ma la vita di Alice non è tutta qui, incastrata in una fresca storia d’amore tanto travolgente e appassionante quanto difficile con il giovane Arthur – che altri non è che il figlio del Supremo (altra sfiga colossale) – Alice però viene assorbita totalmente da un caso di omicidio dai contorni piuttosto oscuri.
Cosa sarà mai successo a Giulia, ricca, giovane e bellissima, per trovarsi morta in una pozza di sangue nel suo lussuoso appartamento?
Alice non dovrebbe prendersela tanto a cuore, ma questo caso la tocca nel profondo: lei, quella ragazza, l’aveva conosciuta per caso proprio il giorno prima! Ecco che Alice si trasforma in una giovane Jessica Fletcher, ficcanaso e amica degli investigatori.
Ma la nostra giovane aspirante medico legale deve fare attenzione, perché a causa della sua ingenuità e avventatezza potrebbe addirittura rischiare la radiazione dall’Ordine. Ma almeno alla fine riuscirà a risolvere il caso?

***

Inutile dire che ho amato questo libro dalla prima all’ultima pagina, tanto che devo assolutamente andare a comprare i successivi o entrerò in astinenza da Alice Allevi.
Eh, sì, perché un’eroina così macchiettina, insicura ma brillante, sempre con la testa tra le nuvole, che calpesta cacche di cane, non la si può che amare!
In fondo io e lei abbiamo qualcosa in comune, come la capacità di farsi raggirare da belle parole e modi garbati, la passione per la Medicina e il mascara non waterproof.
Alice si lascia guidare dall’istinto, anche se le prove portano tutti in una direzione, lei è quella che di nascosto sgattaiola via per seguire tracce che solo lei annusa. Sì, perché Alice ha anche la dote di essere una grande osservatrice, una Poirot dei giorni nostri, attenta ai più piccoli dettagli, che le si riveleranno all’improvviso come vere e proprie illuminazioni.
La sua ingenuità ce la fa apparire spesso come un gattino inzuppato, tanto che ci viene voglia di andare lì e tamponarla con un asciugamani. Tenera, gentile e magnificamente fuori posto, Alice è la protagonista ideale per questo giallo a pois.

«Lei oscilla tra il goffo e l’astuto con una nonchalance unica. Non capisco quanto ci è e quanto ci fa.»
«Tutto genuino, dottor Calligaris. Purtroppo.»

***

Quando uno ha talento, ha talento, non c’è niente da dire. Alessia Gazzola, col suo stile giovane, fresco e scorrevole, riesce a catturare anche i cuori più duri. Ma non è solo la sua scrittura che attrae, qui si va ben oltre! La Gazzola è dettagliata, precisa e competente in materia (si vede che è lei stessa un medico legale), descrive con precisione le pratiche di indagine e ricostruisce i fatti con minuziosa accuratezza senza tralasciare alcun dettaglio. Me la vedo lì, seduta davanti al suo pc, dopo una giornata di lavoro intensa, a ridere di cuore mentre scrive, legge, cancella e riscrive. Perché è così che si scrivono i grandi libri, ci vuole passione, talento e soprattutto tanto divertimento!
Cosa dire di più se non COSA ASPETTATE A LEGGERLO?!

Potrebbero interessarti

SESSO, BUGIE E WHATSAPP di Riccardo Iannacone

  Quando mi è stato chiesto di leggere e recensire questo libro, devo ammettere che avevo in mente tutt’altro. Ho fatto radio per diversi anni, l’emozione della diretta mi ribolle ancora nello stomaco, per cui mi sono tuffata con entusiasmo tra le righe di un...

leggi tutto

COME IL SOLE DI MEZZANOTTE di Liliana Onori

  TRAMA: L'amore che si scopre, che è linfa, che riesce a illuminare come un sole a mezzanotte. È quello che vivono Anna e Julian, certi che il loro sentimento possa superare qualsiasi differenza e vincere su ogni forma d'odio. Ma non nell'Irlanda di fine...

leggi tutto

SHATTER ME di Tahereh Mafi

  TRAMA: 264 giorni chiusa in una cella, senza contatti con il mondo, perché Juliette ha un potere terribile: se tocca una persona può ucciderla. A tenerla prigioniera è la Restaurazione, un gruppo militare che intende usarla come arma. Scappare è impensabile,...

leggi tutto