preloder

Solo amore

Alle volte mi chiedo cosa sia successo alle persone per essere diventate così aride di sentimenti.
Tendere la mano è diventato un atto speciale di persone speciali, quando dovrebbe essere la quotidianità di persone comuni.

Voi dite “Ne abbiamo passate tante, ne abbiamo viste tante?”
No, cari miei, la vera sofferenza non incattivisce, non chiude i cuori con un lucchetto e poi butta via la chiave.

La paura di soffrire impedisce forse di innamorarsi di nuovo?

E allora perché, dico io, perché si ferisce con tutte le armi che si hanno a disposizione? C’è chi uccide lanciando bombe da un aereo, c’è chi uccide lanciando parole pesanti come macigni e le usa per schiacciare la dignità di persone che neppure prova a conoscere. Che differenza c’è? Nessuna. Assolutamente nessuna.

Diciamo di amare, ma l’amore è un sentimento troppo nobile per noi che abbiamo la presunzione di dire “io amo”. No, come si può amare col setaccio? Come si può amare alcune persone ed odiarne altre? Quindi facciamoci un esame di coscienza: sappiamo davvero cosa significhi amare? Forse lo sapevamo quando eravamo bambini, quando ci gettavamo tra le braccia di un adulto e poi dritti in volo verso l’isola che non c’è. Ma adesso lo stiamo dimenticando. Siamo convinti che amare significhi seguire regole prestabilite, che amare l’una o l’altra persona sia una scelta, siamo convinti che un fratello sia solo quello che vive nella nostra stessa casa e divide il nostro stesso bagno.

No, l’amore è un pugno allo stomaco, l’amore è una sbronza che ti annebbia il cervello e ti accelera il battito. L’amore è sorridere a sconosciuti e non aspettare che ricambino. L’amore è rischiare la vita per un domani incerto, l’amore è gettarsi in un mare in tempesta. L’amore è gridare una preghiera al Cielo per un bambino lontano che piange sotto le bombe. L’amore è prendere quel poco che hai e dividerlo con chi non riesce neppure a dire “grazie”. L’amore non giudica, l’amore non scarta, l’amore non inventa scuse. L’amore è semplice. L’amore è solo amore.

Ma tutto questo noi non lo sappiamo, la ragione ci acceca. Il voler continuamente comprendere tutto quello che ci circonda non fa altro che spegnere l’unico metro che dovrebbe essere usato: il sentimento.

Così piango, ed il sole del mattino non riesce a riscaldarmi, allora lascio i miei pensieri vagare oltre i confini che mi sono costruita con le mie finte convinzioni.

Ma i muri non sono stati fatti per restare in piedi. I muri sono fatti per essere abbattuti…

Potrebbero interessarti

Sailor Moon

Questa foto è una parte di riscatto. Il riscatto di una bambina di undici anni che durante la ricreazione se ne stava seduta con la sua compagna di banco a disegnare. Sailor Moon scrisse sotto a quel disegno. E Sailor Moon fu l’inizio di una lunga storia. Adesso hanno...

leggi tutto

Nevica

Nevica Ed io torno bambina. A quando fuori faceva freddo e volevi restare a letto ancora un altro po’ e poi ti ricordavi che era la mattina di Natale. Torno indietro nel tempo a quando il passatempo preferito era il gioco di società scartato la sera prima, a quando il...

leggi tutto

PICCOLI DENTINI CRESCONO (era ora!)

Su, piccolino, vieni su, forza! Dai che ce la fai! Oh, ma sei bravo…così, su! Eh, c’è da bucare, lo so, ma ce la puoi fare… vai, vai così!… Ancora un pochino… …ancora un altro pochino…e poi arriv…ECCOTI!!! Premesso che a dieci mesi suonati, ero convinta che mia figlia...

leggi tutto